Comunicare la matematica: una sfida sempre aperta

Sabato 22 settembre – h 17:30 | Auditorium della Biblioteca Civica – Piazza dei Servi, Lucca Comunicare la matematica: una sfida sempre aperta Relatore: Roberto Natalini, matematico – Ist Applicazioni del Calcolo CNR Roma Roberto Natalini è il direttore dell’Istituto per l’Applicazione del Calcolo del CNR di Roma. Oltre al suo lavoro di ricerca svolge un’intensa e appassionata

San Pietro in Pozzeveri: archeologia e storia di un monastero lucchese sulla via Francigena

La conferenza ripercorre le scoperte archeologiche e bioarcheologiche riguardanti l’area dell’antica abbazia di San Pietro di Pozzeveri (Altopascio – LU). Dal 2011 una equipe di archeologi e antropologi si dedica nei mesi estivi allo scavo dell’importante sito che si colloca ai margini sud orientali della piana lucchese, lungo le rive di quello che è stato

Dai geni alla funzione: una questione di epigenetica

L’epigenetica (dal greco epì = “sopra” e gennetikòs = “relativo all’eredità familiare”) studia tutte le modificazioni ereditabili che variano il funzionamento dei geni pur non alterando la sequenza del DNA. Per “ereditabile” generalmente intendiamo qualcosa che passa inalterato di padre in figlio, attraverso generazioni. Invece l’ereditabilità della memoria epigenetica avviene (generalmente) tra cellule di uno

Scienza e Filosofia – Tavola rotonda

La visione del mondo e l’indagine circa i metodi della scienza offerti dalla filosofia sono spesso influenzati da nuove teorie e  risultati scientifici e, allo stesso tempo, ne influenzano  l’interpretazione: da Pitagora a Darwin, fino al tentativo di Carlo Rovelli di trovare nella filosofia un baluardo agli scenari che la scienza moderna spalanca. Relatori: Prof.

La mente delle macchine

“Possono le macchine pensare?”. Con questa domanda, Alan Turing, logico e matematico inglese, probabilmente noto ai più grazie al recente film “The imitation game” e considerato da tutti il padre degli odierni computer, apre un suo famoso e controverso articolo, in cui delinea le fondamenta di quella che oggi è nota come l’intelligenza artificiale. Mai